#PresepiodiLovadina2014!

5 01 2015

Pubblicate nella Gallery alcune immagini del Presepio presente in Chiesa …. clicca QUI  per visualizzare la Gallery! 

Riportiamo un breve estratto dal libro “Poca tera, tanti sass” di Isidoro Perin che ben descrive la tradizione del “Presepio” di Lovadina … 

“’E feste de Nadal”:

“Tute ’e domeneghe de l’ano, invesse de dormir fin tardi àa matina, come che se fa ’dess, bisognèa ’ndar àa Messa del Fanciullo ae òto de’ ’a matina! Ma noàltri se se trovéa ’sa mèsora prima, ae sète e mèsa, dal canpanil, e se féa barùfa par sonàr ‘a canpanéa.

Casa, me pare me diséa:- No sta far barùfa co’ nessùn!

E me mare:-Se te vien casa che te ’e à ciàpae, te ’n dàe n’altretante!

Noàltri tosatèi bisognéa ’ndàr dentro in césa péna che sonéa ’l bòt, e ’ndàr tuti davanti, vissin àa baeaùstra, cussì ’l capean ’l me tegnéa mèio soto scòa.

In césa, sui banchi, i òmeni stéa co’ i òmeni e ’e fémene co’ ‘e fémene. I siòri invesse,   ’i ’ndéa su’ ’a stanséta da’ ’a banda del campanil dove che i podéa scoltàr messa da’ na finestréa co’ ‘e inferiàe e ‘e coltrìne.

 

IMG_1646-001

 

 Prima de Nadal se ’ndéa dir su ’a novena in césa tute ’e sere.Qualche setimana prima de Nadal , co’ se iera a l’asìo, se parecèa ’a recita in onor de Gesù Bambin, ’na recita fata de poesie, canson e storiée recitàe a memoria, come che se fa anca ’dess po’! No se dovéa contarghée a nessun, prima de’ ’a recita. Leggi il seguito di questo post »

Annunci




El Presepio de Lovadina

28 12 2013

Il presepio, così come lo vediamo oggi, compie ben 30 anni.

Come?

watermarked-1-5-IMG_8637_DxO

Esattamente 30 anni fa un gruppo di amici cominciarono a mettere insieme i pezzi di un presepe ancora più vecchio per ri-proporlo alla comunità di Lovadina. Era il settembre 1983 ed alla sagra paesana era stata allestista una mostra dei “Vecchi Mestieri”. Per l’allestimento gli organizzatori avevano chiesto l’aiuto di una azienda locale che aveva prestato delle strutture scenografiche particolari (le attuali colonne e la facciata in finta pietra del presepe). Il gruppo di amici (parecchi di loro sono a tutt’oggi gli artefici dell’attuale presepio) chiese ed ottenne di poter utilizzare le stesse strutture per far rivivere un manufatto che giaceva polveroso da ormai troppi anni nella soffitta della chiesa.

Infatti il presepe di Lovadina risale all’inizio della I^ Guerra Mondiale. La sacra rappresentazione della Natività è opera dell’ingegno di Gianni “canpanèr”. Con materiali che potevano essere reperiti allora aveva reso vivo ciò che tutti erano abituati a vedere statico ed immobile. Non che fosse necessario: la Natività ha il suo fascino anche senza tanti fronzoli, ma il presepio di Lovadina aveva un’attrattiva unica e particolare.

Con parti di metallo ricavati da biciclette e vecchi pezzi di motore, Gianni aveva reso “vive” le statuine. …

Leggi il seguito di questo post »