El Presepio de Lovadina

28 12 2013

Il presepio, così come lo vediamo oggi, compie ben 30 anni.

Come?

watermarked-1-5-IMG_8637_DxO

Esattamente 30 anni fa un gruppo di amici cominciarono a mettere insieme i pezzi di un presepe ancora più vecchio per ri-proporlo alla comunità di Lovadina. Era il settembre 1983 ed alla sagra paesana era stata allestista una mostra dei “Vecchi Mestieri”. Per l’allestimento gli organizzatori avevano chiesto l’aiuto di una azienda locale che aveva prestato delle strutture scenografiche particolari (le attuali colonne e la facciata in finta pietra del presepe). Il gruppo di amici (parecchi di loro sono a tutt’oggi gli artefici dell’attuale presepio) chiese ed ottenne di poter utilizzare le stesse strutture per far rivivere un manufatto che giaceva polveroso da ormai troppi anni nella soffitta della chiesa.

Infatti il presepe di Lovadina risale all’inizio della I^ Guerra Mondiale. La sacra rappresentazione della Natività è opera dell’ingegno di Gianni “canpanèr”. Con materiali che potevano essere reperiti allora aveva reso vivo ciò che tutti erano abituati a vedere statico ed immobile. Non che fosse necessario: la Natività ha il suo fascino anche senza tanti fronzoli, ma il presepio di Lovadina aveva un’attrattiva unica e particolare.

Con parti di metallo ricavati da biciclette e vecchi pezzi di motore, Gianni aveva reso “vive” le statuine. …


L’asino, il taglialegna, il segatronchi,  l’arrotino, il cammello, i fabbri e le lavandaie; tutti avevano come un’anima che li muoveva verso il bambin Gesù. Con tubazioni di piombo sagomato aveva portato l’acqua “vera” sul presepio. Con un sistema di carrucole e cordicelle aveva unito e sincronizzato tutti i movimenti. Con un trucco elettrico ed una dinamo aveva addirittura creato l’effetto dell’alba e del tramonto. E poi giochi con specchi, lucette e riflessi. Tutte “magie” che rendevano “vivo” il presepio di Lovadina.

E in tanti venivano a vederlo. La domenica, dopo il vespro, la chiesa di Lovadina era un via vai di gente. Venivano dai paesi vicini. A piedi, attraverso i campi, per ammirare questa meraviglia.

Ma anche le tradizioni più belle perdono colpi sotto l’avvento della modernità e delle vicende della vita. Così i pezzi andarono mano a mano in soffitta per rimanervi un po’ di anni. Fino a quando appunto quel gruppo di amici non ebbe l’idea di rimettere un po’ tutto assieme. Non fu un lavoro facile poiché i ricordi non sempre sono così precisi come si vorrebbe e le persone, si sa, invecchiano. Inoltre alcune cose non potevano essere rifatte esattamente nello stesso modo perché i materiali non erano più facilmente reperibili. Il Natale del 1983 vide rinascere il presepio sul lato destro della chiesa utilizzando una parte delle statuine originali degli anni 20-30. L’anno successivo (Natale 1984), grazie all’aiuto di un volonteroso paesano, vennero costruite le strutture metalliche che ancora oggi sostengono il presepio e tutti i suoi meccanismi. Sotto la base ci sono molte delle carrucole in legno originali, e fili e cordicelle che consentono ai tanti personaggi di muoversi azionati tutti da un unico motore. Proprio come aveva pensato Gianni “canpanèr”.

watermarked-2-6-IMG_8649_DxO

La sua costruzione si ripete praticamente come un rito da ormai 30 anni sulla parte sinistra della chiesa. Le variazioni apportate sono pochissime, dovute più agli ammodernamenti tecnici che al desiderio di aggiungere nuove scene. E così, nonostante i tempi cambino, il gruppo che ogni anno allestisce il presepio ripropone una tradizione oramai secolare. El presepio de Lovadina riporta indietro nel tempo, riporta ad antichi sapori e tradizioni…

Gruppo Presepio


Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: