La tradizione del presepe

31 12 2010

A Lovadina la tradizione del presepe si è rinnovata anche quest’anno.

Si legge la magia del presepe nel volto di grandi e piccini sorpresi ed intenti a scrutare ogni angolo, a cogliere ogni minimo particolare: l’alternarsi del giorno e della notte; le cascate d’acqua e le fontanelle; gli animali in movimento; il taglialegna, le lavandaie ed il fabbro al lavoro; e tanti altri. Infine, lo sguardo torna sempre al centro della scena nella grotta con Gesù, Maria e Giuseppe i veri protagonisti del Santo Natale.

“…Il simbolo della Natività, caro ad ogni focolare cristiano, ci porta ad accennare alla bella tradizione del presepio, amorevolmente custodita dai sacrestani Pol.

La disposizione dei personaggi, rinnovati nel 1920 dopo che i precedenti scomparvero con la guerra, venne curata con gusto, fin da ragazzo, da Giovanni Pol, che concepì l’idea di animarla attraverso il movimento. Lavorò così, con  fantasia e tenacia, ad effetti e meccanismi che v’impressero palpiti di vita, realizzando una scenografia sempre più ingegnosa ed articolata, divenuta oggetto di ammirazione nel circondario, tanto da meritare di circolare in cartolina e da essere premiata in un concorso provinciale…” ( tratto da “ La comunità cristiana di Lovadina – Fede, storia ed arte “, G. Simionato, 2008 ).

Si ringraziano coloro che hanno collaborato all’allestimento del tradizionale presepe di Lovadina.

Video del Presepe di Lovadina 2010 con “In notte placida” cantata dal Gruppo Musica:

La redazione

Annunci