Inaugurazione Capitello “Biseo” (Bisello)

19 10 2014

Incastonato dalla mura del Palazzo Biseo (18° secolo) molto probabilmente più datato (16°-17° sec.), dagli elementi di finitura artistico-architettonica e dalla incastonatura nella mura sicuramente costruita dopo il capitello nella sua collocazione originale ad angolo fra Via Barador e a sinistra imbocco Via collalto.   Collocato nella posizione attuale nel 1970 con la costruzione dell’autostrada A27 e il cavalcavia e Via Matteotti.  E’ stata un’operazione complessa il suo spostamento di circa 15 metri e fortunatamente non ha avuto gravi conseguenze strutturali.  Già nei primi anni 40 la finitura artistica esterna aveva  perso molto della sua raffinatezza originale, l’incuria poi in cui è stato abbandonato all’invasione delle ramaglie delle piante ed erbacce hanno contribuito in maniera devastante alla rovina delle parti decorative del manufatto.  IMG_0323

L’Idea del recupero di questa bella struttura è scaturita dopo il restauro del Capitello della Madonnetta terminato nel gennaio 2014.  Sembrava davvero che chiedesse di essere messo a posto e ….. Sante Torresan ha cominciato a soffiare su questa idea (sicuro che avrebbe trovato asilo), così dopo aver eseguito insieme vari sopraluoghi e fatto molte foto ci siamo messi in cammino. La prima cosa che ho detto a Sante è stata che il lavoro più rilevante era suo, era il recupero di tutti i merletti e pietre di cui si intravedevano la formazione particolare solo in qualche punto, certamente io ero al suo fianco a fare, a tirare il carro e per tutta l’organizzazione, poi c’era la struttura del tetto e delle cancellate e qui gli amici Bruno Coracin e Gianpietro Burei  si sono detti subito disponibili al recupero. Un lavoro davvero arduo, in particolare quello di Sante, un lavoro che ha richiesto molto tempo (circa 4 mesi), le cancellate, recuperate e restaurate in maniera raffinata da Bruno Coracin e la serratura originale recuperata e restaurata dal sottoscritto. Il tetto vero gioiello di architettura, ultra danneggiato dalle radici delle piante è stato smantellato completamente e rifatto seguendo le immagini scattate prima del restauro, lavoro certosino di Gianpietro Burei. Il pavimento demolito e Disegnato con spirito religioso inserendo una croce su modello della croce di Papa Francesco dentro a un anello corona, il tutto con pietra naturale a due colori e inserti in ottone. Infine l’immagine della “Sacra Famiglia” che era collocata all’interno, alla quale sarebbe bello dedicare questo capitello, era molto danneggiata forse perché una stampa, così ho pensato che sarebbe stato molto più consona una realizzazione della medesima in “affresco” e il mio caro amico Amerigo Pola, alla mia richiesta, con piacere si è offerto alla sua realizzazione.   Il tocco finale è stato il desiderio di mio fratello Dino che desiderava offrire una statua della Madonna in preghiera in bronzo. Desiderio che ho ritenuto di soddisfare mettendo anche tre rose in ferro battuto, da me realizzate, nelle sue mani.

Un grazie a quanti in qualche modo ci hanno aiutato al recupero di questo gioiello, alla famiglia Angelo Buosi per l’uso logistico, all’impresa Denis Marcon per la struttura di recinzione, Un grazie infine al Sindaco Riccardo Missiato per la fiducia, che ha reso possibile il tutto senza intralci,  a Giuliano Simionato per la sempre grande disponibilità nella descrizione storico culturale delle strutture storiche del nostro territorio e a Don Giovanni Stasi per il tocco finale “la Benedizione”

Bruno Forte

Altre foto nella sezione GALLERY 


Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: